Venerdž 17 a Grisignano la messa di suffragio del Vescovo per don Dino Campana

Si sono svolti lunedì 13 maggio a Calabozo in Venezuela i funerali di don Dino Campana, da 41 anni missionario nel Paese latino americano, morto l’11 maggio a Ortiz, a 94 anni, nella casa di accoglienza dove si era ritirato da alcuni mesi.

La diocesi di Forlì-Bertinoro lo ricorderà con la messa di suffragio che il vescovo mons. Livio Corazza celebrerà venerdì 17 maggio alle 20.30 nella chiesa di Grisignano.

La diocesi di Calabozo ha ricordato don Campana come “obrero del Evangelio” e “vero apostolo, missionario secondo il cuore di nostro Signore. Ringraziamo la diocesi di Forlì-Bertinoro per questo dono prezioso, segno di comunione tra le Chiese antiche e quelle nuove”. Don Dino era infatti un missionario fidei donum, cioè prestato dalla diocesi forlivese a quella venezuelana di Calabozo per svolgervi il ministero per un certo periodo che in questo caso ha superato i 40 anni. Era nato a Vitignano il 10 dicembre 1924 e fu ordinato sacerdote a Forlì nel 1948. Svolse il suo ministero come collaboratore parrocchiale a Roncalceci, a San Pancrazio e a San Francesco di Meldola poi nel 1953 fu vicerettore in seminario, nel 1955 mansionario in Cattedrale e nel 1958 parroco di Grisignano fino al 1975, poi cappellano all’Onpi di Vecchiazzano.

Nel 1978 partì per il Venezuela come missionario e nel 1995 divenne il primo parroco della Virgen Milagrosa, la comunità dove don Dino ha costruito asilo, scuola primaria, scuola professionale e case di accoglienza che ogni giorno accolgono 1000 studenti. Anche i vescovi di Forlì-Bertinoro mons. Vincenzo Zarri e mons. Lino Pizzi andarono a trovarlo alla Virgen Milagrosa. Di ritorno da quel viaggio in America Latina nel 2009 mons. Pizzi affermò: “Don Dino è stato certamente un pioniere ed era molto stimato dalla gente”.