Vicini ai Romiti: premiazione e mostra dei progetti per il nuovo centro parrocchiale

Procede il percorso per la realizzazione del nuovo complesso parrocchiale “Beato Paolo VI” dei Romiti con la premiazione del concorso nazionale di progettazione che si svolgerà venerdì 30 ottobre. Alle 16 nella chiesa di Santa Lucia è in programma il saluto del vescovo, mons. Lino Pizzi e del sindaco di Forlì. Davide Drei cui seguiranno gli interventi di don Giuseppe Russo, responsabile del servizio nazionale per l’edilizia di culto della Cei e don Loriano Valzania, parroco dei Romiti. Saranno poi premiati i progetti vincitori selezionati il 22 luglio scorso tra i 10 presentati dopo la prima selezione. Progetto vincitore è risultato quello dell’architetto Romano Pretolani coadiuvato dal gruppo di lavoro composto da don Christian Cerasa, liturgista, dagli artisti Francesco Bombardi e Simone Bombardi, dal prof. Jose’ Ignacio Linazasoro Rodriguez, esperto in architettura dell’edificio sacro, dai collaboratori progettisti Alessandro Pretolani e collaboratore progettista, arch. Filippo Pambianco, da Francesco Mariani, collaboratore per l’ecosostenibilità, acustica e illuminotecnica e da Federico Tassinari, collaboratore per rappresentazione e modellazione.

La motivazione della giuria afferma che: “il progetto vincitore riesce a soddisfare in maniera equilibrata ed efficace l'intero quadro delle richieste formulate dalla committenza. Si evidenzia altresì come il progetto risenta positivamente delle elaborazioni apportate tra la prima e seconda fase”.

Secondo classificato è risultato il progetto del gruppo Tahor, con capogruppo l’arch. Donatella Forconi di Milano. Terzi classificati ex-aequo sono risultati i gruppi LP Studio - Arch. Filippo Lambertucci, Arch. Pisana Posocco e X2 Architettura - Arch. Silvia Fonaciari, Arch. Marzia Zamboni.

La giuria ha anche assegnato una menzione d’onore allo Studio Massimo Ferrari.

Alle 17.15 la cerimonia continua nel chiostro di Santa Lucia con l’inaugurazione della mostra degli elaborati del concorso che rimarrà aperta fino all’8 novembre dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19 (al mattino solo su prenotazione al 335.5866330), sabato e domenica dalle 10 alle 20.

 

 

 

Il concorso

Si è concluso mercoledì 22 luglio il concorso di progettazione del nuovo complesso parrocchiale “Beato Paolo VI” della parrocchia di Santa Maria del Voto in Romiti.

La giuria di concorso, i cui lavori si sono protratti per tre giorni, ha esaminato gli elaborati fatti pervenire dai diesi progettisti concorrenti, selezionati nel mese di marzo da una prima giuria.

Oggetto della seconda fase di concorso, è stato l’elaborazione di una proposta progettuale che, partendo dalle istanze e dagli indirizzi strategici contenuti nel Documento Preliminare alla Progettazione elaborato dalla committenza (nel seguito DPP), definisse formalmente e dimensionalmente il nuovo complesso parrocchiale, in relazione con il contesto urbano di inserimento. I lavori della giuria sono stati preceduti, novità assoluta per i concorsi promossi dal Servizio Nazionale per l’edilizia di culto della C.E.I., da quelli di una commissione, composta da 15 parrocchiani, selezionati e formati al compito da svolgere.

Tale commissione ha esaminato le proposte progettuali, esprimendo un parere ed ha redatto un verbale recepito durante i lavori della giuria.

Questi i nominativi dei dieci raggruppamenti composti da progettisti, liturgisti, artisti, collaboratori e consulenti, giunti alla fase finale del concorso: GRUPPO STUDIO CASADEI, Forlì; STUDIO MASSIMO FERRARI, Piacenza; LP. STUDIO - LAMBERTUCCI POSOCCO, Roma; GIORGIO LIVERANI – ELLEVUELLE ARCHITETTI, Modigliana (FC); iX ARCHITETTURA – MANENTI, Bologna; METRICA, Grosseto; ARCH. PRETOLANI ROMANO, Forlì; RTP ROSSET, Aosta; TAHOR, Milano; X2 ARCHITETTURA, Reggio Emilia.

La giuria, a conclusione del proprio lavoro di esame e valutazione delle proposte progettuali, ha formulato la graduatoria di merito di seguito riportata. Progetto vincitore è risultato quello elaborato dall’arch. Romano Pretolani coadiuvato dal gruppo di lavoro composto da: don Christian Cerasa – liturgista, Francesco Bombardi – artista, Simone Bombardi – artista, Prof. Jose’ Ignacio Linazasoro Rodriguez - consulente (esperto in architettura dell’edificio sacro), arch. Alessandro Pretolani - collaboratore progettista, arch. Filippo Pambianco - collaboratore progettista, arch. Francesco Mariani – collaboratore (ecosostenibilità - acustica - illuminotecnica), arch. Federico Tassinari - collaboratore (rappresentazione e modellazione).

La motivazione, espressa in sintesi, riporta che il progetto vincitore riesce a soddisfare in maniera equilibrata ed efficace l'intero quadro delle richieste formulate dalla committenza. Si evidenzia altresì come il progetto risenta positivamente delle elaborazioni apportate tra la prima e seconda fase.

Secondo classificato è risultato il progetto del gruppo Tahor, con capogruppo l’arch. Donatella Forconi di Milano.

Terzi classificati ex-aequo sono risultati i gruppi LP Studio - Arch. Filippo Lambertucci, Arch. Pisana Posocco e X2 Architettura - Arch. Silvia Fonaciari, Arch. Marzia Zamboni. La giuria ha anche assegnato una menzione d’onore allo Studio Massimo Ferrari.

Terminata la fase del concorso si apre ora quella di studio ed approfondimento progettuale, che condurrà alla realizzazione del tanto atteso nuovo centro parrocchiale.

 

 

La prima fase

Si è concluso il 13 marzo scorso il lavoro della giuria per scegliere i 10 progettisti, sui 37 che si sono presentati a questa selezione prevista dal concorso, per la realizzazione del nuovo centro parrocchiale dei Romiti (leggi la relazione ufficiale della giuria).

Ora i 10 finalisti dovranno formulare dei progetti preliminari che saranno valutati da una commissione parrocchiale e da una giuria di seconda fase.

In precedenza, sabato 18 ottobre 2014, si era svolto un convegno di presentazione del progetto a cui aveva partecipato anche mons. Giuseppe Russo, responsabile del servizio nazionale per l’edilizia di culto della Conferenza episcopale italiana.

Il nuovo centro parrocchiale dei Romiti rientra infatti in uno specifico progetto della Cei (guarda il link)

Per descrivere il cammino verso la costruzione della chiesa e del nuovo centro parrocchiale la comunità dei Romiti ha realizzato una pagina nel sito parrocchiale e un video

video