Indicazioni per i pellegrinaggi alla tomba della Beata Benedetta Bianchi Porro

Con la ripresa delle messe festive e feriali nelle chiese sono ricominciati anche i pellegrinaggi alla tomba della Beata Benedetta Bianchi Porro, alla Badia di Dovadola. L’accesso alla Badia avviene secondo l’attuale protocollo previsto per le celebrazioni liturgiche con accessi limitati (in Badia 65 posti), rispettando le distanze di sicurezza e indossando le mascherine.

Nel rispetto della sacralità del luogo e per assicurare una serena visita alla tomba di Benedetta, il parroco di Dovadola, don Saverio Licari, chiede inoltre di rispettare le seguenti indicazioni:

prenotazioni: prenotare la visita con un congruo anticipo contattando tramite mail parrocchia.dovadola@gmail.com, tel. 0543.934676, Chiara 348.0979939 (ore serali);

regole generali per le visite: spegnere e/o silenziare telefoni cellulari o dispositivi elettronici; è richiesto un abbigliamento consono al luogo; i genitori/educatori dovranno sorvegliare il comportamento dei bambini e ragazzi;

sepolcro di Benedetta: considerato che rappresenta un luogo di silenzio e preghiera si invitano i visitatori a non accedere all’interno del perimetro, tenuto conto che si può utilizzare la zona esterna per sostare in preghiera;

celebrazioni: fino alla fine dell’emergenza covid sarà possibile solo la visita e la preghiera alla tomba non la celebrazione della messa.

Ringraziando per la collaborazione, si ricorda che la generosità dei pellegrini consentirà di far fronte alle spese ordinarie della manutenzione e conservazione.

Il parroco don Saverio Licari