Nuove tappe della Via della Speranza dal 10 gennaio al 4 febbraio

Continuano le tappe della Via della Speranza continuando il cammino di preghiera e testimonianze che si è svolto già in 34 tappe durante il periodo del lockdown, alla ripresa della vita di comunità, nella primavera scorsa e durante il periodo natalizio: “Ma il cammino non è ancora compiuto - afferma mons. Livio Corazza - abbiamo ancora bisogno di passi, abbiamo ancora bisogno di speranza. In questi mesi, così faticosi e drammatici, abbiamo anche toccato con mano che la fraternità è sorgente di speranza: ce lo ha ricordato il papa Francesco nella “Fratelli tutti”, lo sperimentiamo ogni giorno. Tutti si sono attivati perché nessuno fosse lasciato solo. Per questo proponiamo altri passi di speranza, valorizzando quello che accade già tra noi, in particolare per i giovani, le famiglie, gli anziani e gli ammalati e guardando alla solennità di Natale alla quale ci prepariamo”.

Tutte le tappe sono presiedute dal Vescovo e avvengono nel rispetto delle norme di sicurezza anticovid.

Il 4 gennaio, a Pieveacquedotto, il Vescovo ha celebrato messa coi giovani del cammino vocazionale, mentre il 10 gennaio, alle ore 11.15, in Cattedrale presiederà la messa dei Popoli (diretta streaming sul canale Youtube della diocesi).

Sabato 23 gennaio alle 10.30, alla Badia di Dovadola messa presieduta dal card. Francesco Montenegro in occasione della festa della Beata Benedetta Bianchi Porro (diretta su Teleromagna).

Il 24 gennaio inizia la novena di preghiera in preparazione alla festa della Madonna del Fuoco: ogni giorno alle 17.30 recita del rosario e funzione della novena, alle 18.15 messa episcopale (diretta sul canale YouTube della Diocesi).

Durante la novena, il 29 gennaio, alle 20.30, in Cattedrale cattedrale veglia dei giovani alla Madonna del Fuoco (partecipazione su invito, diretta streaming sul canale Youtube della pastorale giovanile).

Giovedì 4 febbraio, alle 11 messa pontificale per la festa della Madonna del Fuoco (diretta su Teleromagna)



VEDI ANCHE: