PERCORSO BIBLICO 2020/2021

Carissimi,

in allegato trovate il programma del Percorso biblico diocesano di quest’anno. Esso intende offrire una risposta alla prima delle quattro priorità (le quattro “P”) del progetto pastorale consegnatoci a ottobre da Mons. Vescovo: Parola – Pane – Poveri – Popolo di Dio.

 

Il primo obiettivo, dunque, è quello di avvicinare le persone alla Parola di Dio: ascoltare il Vangelo, andare un po’ più in profondità rispetto a quanto è consentito dalla brevità di un’omelia, prendere confidenza e imparare a pregare con la Scrittura. Su questo, dobbiamo ammetterlo, la nostra gente è ancora impreparata o, quanto meno, poco attrezzata; però, nel contempo, tanti mostrano desiderio, sete e fame di Parola di Dio: anche persone lontane o ai margini della vita ecclesiale. Nei lavori di gruppo del 19 ottobre scorso, e poi nel successivo Consiglio Pastorale Diocesano, è stato chiesto dai laici stessi un rilancio della dimensione dell’ascolto della Parola: per rispondere alla missione evangelizzatrice della Chiesa, e, nel contempo, alfabetizzare il nostro popolo sulla Scrittura.

Destinatari sono gli adulti, senza particolari distinzioni: la proposta vuol essere inclusiva, non limitata ad una cerchia di appassionati, ma per tutti, perché ogni cristiano è chiamato ad essere discepolo e, in quanto tale, uditore della Parola. Per chi già appartiene a gruppi, associazioni o movimenti, non si tratta di sostituire la formazione abituale, ma di dare ad essa ulteriore respiro e slancio.

Il metodo sarà quello sicuro della lectio divina: cosa dice questo brano? (lectio); cosa dice alla mia vita, nei suoi aspetti personali e comunitari? (meditatio); come rispondo, o come rispondiamo al Signore che ci ha rivolto questa sua Parola? (oratio, contemplatio, actio).

I contenuti faranno riferimento a due tempi forti dell’anno liturgico in corso: le pagine evangeliche proposte per la II, III e IV domenica di Avvento, e per la II, III e IV domenica di Quaresima.

La dimensione auspicabile, se la situazione pandemica lo permette, sarebbe quella di un ascolto comunitario, condiviso, tipico dei cosiddetti “gruppi del Vangelo”. Ma l’ascolto e la preghiera con la Parola possono benissimo essere fatti anche da un singolo, tanto più che la lectio divina nasce come preghiera personale.

Al momento le possibilità concrete sono solo condizionate, ma fortunatamente non annullate dalla pandemia. Attraverso il web ci si può incontrare anche a distanza, rimanendo ciascuno nella propria abitazione. Se poi l’uso delle piattaforme apposite risultasse per alcuni complicato, addirittura whatsapp permette di collegare in videochiamata fino ad otto utenti.

 

Presentazione del percorso biblico

Quanto alle indicazioni pratiche (come condurre e come partecipare a un “gruppo del Vangelo”? come pregare da soli con la Parola? come utilizzare i sussidi forniti dalla Diocesi?... ), esse verranno date, insieme alle ragioni e agli obiettivi del Percorso, da Mons. Vescovo e da Don Enrico Casadei nella diretta streaming di martedì 24 novembre, alle 20.30 sui canali YouTube e Facebook social della Diocesi (vedi link a fondo pagina).

Tutti i materiali approntati dall’Ufficio Catechistico Diocesano (indicazioni generali sulla lectio divina, indicazioni particolari sulla lectio divina in gruppo, scheda biblica per ciascun brano evangelico, commento video) si potranno scaricare dall’home page del sito diocesano (www.diocesiforli.it), cliccando sull’icona a centro pagina “Percorso Biblico 2020-21”.

Ci auguriamo che questa proposta trovi accoglienza nelle nostre comunità, e possa aiutare tanti ad accostarsi con frutto e con gusto alla Parola. A tutti voi, sacerdoti, chiediamo di sensibilizzare i fedeli, di dare notizia degli appuntamenti e di sollecitare il costituirsi di “gruppi del Vangelo” nelle parrocchie. Più avanti vi raggiungeremo per chiedervi qualche riscontro di come stanno andando le cose. Nel frattempo vi auguriamo un buon ministero, nonostante le difficoltà del momento, e vi ringraziamo anticipatamente e di cuore della vostra collaborazione.

Don Enrico Casadei

e i collaboratori dell’Ufficio Catechistico Diocesano



VEDI ANCHE: